MERCATO DEL PARCO – Tradizione, Artigianato e Ruralità della Majella

  • 10:00
  • SpazioPiù - Via del Santuario 156 Pescara
  • 085/6921231
locandina_MERCATOdelPARCO_SPAZIOPIU_4
PROGRAMMA
  • ore 10
    Apertura Mercato del Parco con Banchetti di Prodotti Alimentari e di Artigianato
  • ore 10 -13
    Spazio Reiki Karuna
  • ore 11 – 13
    Laboratori di Autoproduzione, Artigianato e Counseling:
    Tisaneria; Intaglio del Legno; Dimostrazione di Cesteria; Laboratorio Sensoriale “La mia Essenza: il Profumo delle Emozioni”
  • ore 13
    Pranzo preparato con i prodotti del Mercato del Parco:
    – Pasta di farro con verdure di stagione
    – Pallotte cace e ove con salsa di pomodoro e una fetta di pane
    – Tartine con trito di tartufo
    – Scrippelle di farro con farcitura dolce (marmellata o crema di nocciole)
    – Vino rosso biologico, birra artigianale, acqua
  • ore 15 – 18
    Laboratori di Autoproduzione ed Artigianato:
    Tisaneria; Intaglio del Legno; Dimostrazione di Cesteria;
  • ore 18
    Proiezione docufilm GenuinoClandestino
  • ore 20
    Cena preparata con i prodotti del Mercato del Parco:
    – Scrippella di farro farcita (lonza, formaggi misti, o erbe di campo)
    – Pallotte cace e ove con salsa di pomodoro e una fetta di pane
    – Tartine con trito di tartufo
    – Scrippelle di farro con farcitura dolce (marmellata o crema di nocciole)
    – Vino rosso biologico, birra artigianale, acqua
  • ore 21
    Reading Teatrale “Sogno Anarchico”

LA STORIA

Il Mercato del Parco nasce nel 2016 come modello di piccola economia rurale di qualità. Si inserisce in un progetto di valorizzazione del vivere a contatto con la natura, “Vivere in Montagna a Serramonacesca”, patrocinato a titolo gratuito dal Parco Nazionale della Majella e dal Comune di Serramonacesca. Dal 2018 il Mercato del Parco è diventata una libera associazione di artigiani, produttori agricoli, artisti ed operatori olistici. Il progetto mira a stimolare il ritorno alla vita selvatica, il ripopolamento dei piccoli centri dell’entroterra e il recupero di stili di vita in armonia con la natura. Molte delle nostre attenzioni sono dedicate ai primi semi, i bambini. Il Mercato del Parco si basa su sinergie solide tra piccole realtà produttive abruzzesi, e si realizza con la partecipazione come “gruppo” denominato “Mercato del Parco. Tradizione, artigianato e ruralità della Majella”. Il Mercato del Parco è itinerante, si sposta tessendo collaborazioni con altri gruppi, in occasione di eventi di nicchia in diverse località dell’Abruzzo, apportando un valore aggiunto in termini di qualità dei prodotti, di esempi di buone pratiche e di spinta alla piccola economia rurale.


COSA FACCIAMO?

Il Mercato del Parco vive di sinergie tra piccoli auto-produttori, artigiani e contadini, erboranti e cavatori di tartufo. Piccole aziende agricole e non che attraverso le loro opere ed i loro prodotti recuperano antiche pratiche e antichi saperi della cultura rurale abruzzese. Il più importante comune denominatore è la totale assenza di utilizzo di prodotti chimici nella coltivazione e nella trasformazione dei prodotti. Ognuno di noi porta ciò che è e ciò che sa fare meglio. Lontani dalle dinamiche della grande distribuzione in cui è difficile risalire a tutta la filiera del prodotto finito, esponiamo e vendiamo prodotti realizzati esclusivamente da noi, o prodotti offerti dalla natura selvatica, senza intermediari, privilegiando rapporti diretti e di fiducia con chi viene al mercato. Cosi il consumatore diventa co-produttore, consapevole di ciò che mangia ed utilizza. Per noi tutti il Mercato del Parco è una grande opportunità, non solo di avere la possibilità di vendere le nostre piccole auto-produzioni ma anche per la nostra crescita personale. Cerchiamo di creare altri momenti d’incontro oltre ai mercati per conoscerci e per conoscere ciò che facciamo.Ci avvaliamo di schede di autocertificazione che ci aiutano ad essere chiari e limpidi rispetto a ciò che proponiamo coinvolgendo i fruitori in un processo di Garanzia Partecipata. Il Mercato del Parco è un’esperienza di autogestione in cui tutti gli auto produttori partecipano attivamente alla gestione del gruppo. Spesso tra di noi scambiamo i nostri prodotti e cerchiamo di creare filiere a km 0. Aderiamo e sosteniamo il Genuino Clandestino-Campagna per l’autodeterminazione alimentare. Siamo forti, gentili e genuini e ci piace andar in giro tra Paesi e Contadini.


INGRESSO RISERVATO AI SOCI SPAZIO PIU’
POSSIBILITA’ DI TESSERAMENTO IN LOCO
COSTO TESSERA €5 COMPRENSIVI DI UNA CONSUMAZIONE AL BAR
INGRESSO LIBERO PER BAMBINI